Biografia e opere di Alessio Miglietta

Alessio Miglietta

 

Alessio Miglietta nasce a Roma nel 1984.

Una vita spesa ad analizzare silenzi, comportamenti e testi musicali, a creare trame di sogni e a fumare sigarette.

Consegue il diploma di Maturità Classica nel 2003, successivamente segue con poca convinzione gli studi universitari, prima di abbandonarli definitivamente e guadagnarsi da vivere, facendo lavori di cui parla poco e mal volentieri.

Parallelamente, scrive, canta (bene), suona la chitarra (inventando accordi pur di non studiare lo strumento), disegna (malissimo), fotografa (esclusivamente in modalità nonsense). Ma è la scrittura l’unica costante, da sempre, mentre coltiva il sogno di creare opere non convenzionali, qualcosa che non passi inosservato e che sottolinei il suo talento e la sua creatività.

Fa il suo esordio nel panorama letterario italiano nel 2011 con Cieli di valium. Il suo nome rientra nelle antologie poetiche Il Federicano 2011 e Poesie del nuovo millennio 2012, con i testi Vintage e Tempo scelti per la pubblicazione nei due concorsi letterari.

Sempre nel 2012 pubblica la raccolta di poesie Requiem di vite & amori, e partecipa al Concorso MarteLIVE 2012/2013, nella sezione letteratura, con i racconti Testamento di un sognatore, Una storia nonsense e Rinascere. Successivamente, pubblica il romanzo Grunge (1984).