Biografia e opere di Bruno Salvatore Lucisano

Bruno Salvatore Lucisano

 

È nato a Staiti (RC) il 28 settembre 1952 e risiede a Brancaleone.

Appassionato e studioso di letteratura calabrese e dialetti, ha scritto sei commedie in vernacolo, più volte rappresentate. Ha pubblicato tre poemi (U Paradisu, A Purga i Toriu, A Di Vinu Cummeddia) e sei raccolte di poesia dialettale (Na carizza na parolazza, I Sumeri, Scutagangali, Politicuni, Jjanda mara, Luna Nova).

È presente in oltre venti antologie nazionali di poesia. È inoltre presente in Grammatica dei dialetti di Vincenzo Crispino, Letteratura calabrese per le scuole medie di Pasquino Crupi e La ndrangheta nella letteratura calabrese, sempre di Pasquino Crupi.

Nel 2010 ha vinto il Nosside con la poesia Canni i lupara, tradotta in cinque lingue e riproposta in Terra e Ndrini. Nel 2013 gli è stato assegnato il Pericle d’Oro per la poesia.

È risultato primo classificato in Premi letterari oltre 25 volte in carriera.

Autore vincitore della 1^ edizione 2015 del Premio internazionale di Poesia Città di Latina, con la poesia in vernacolo calabrese Mari.